Commissione di Istruttoria Veloce ed usura

Scopriamo qual è la Commissione di Istruttoria Veloce (Civ) che rende usurarie le competenze bancarie

Con le novità normative che hanno di fatto imposto alle banche di prevedere solo 3 tipologie di remunerazione degli utilizzi in dare dei conti correnti (Tasso, Commissione sul fido accordato e di Istruttoria Veloce sugli scoperti), si pone il problema di fissare nuove misure delle commissioni che siano in linea sia con i vincoli legislativi introdotti dalla manovra, sia con le soglie usurarie, già esistenti, stabilite per gli affidamenti e sconfinamenti in C/C.

Infatti, se per la Commissione sull’accordato la fissazione della sua entità è relativamente semplice, perché le banche hanno come punto di riferimento il suo limite di legge massimo (0,50% trimestrale), altrettanto non può dirsi della Commissione di Istruttoria Veloce, comunemente chiamata Civ, da calcolarsi sugli sconfinamenti dei correntisti (con e senza fido).

Il rischio è che la banca applichi una Civ troppo “pesante”, cui conseguirebbe pertanto la liquidazione di competenze usurarie, a motivo del fatto che la commissione in questione andrebbe a determinare un TEG (Tasso effettivo Globale) superiore alle soglie usura trimestrali.

Per evitare questa non bella situazione e quindi a vantaggio di tutti – della banca per facilitarle il calcolo e dei clienti per verificare l’eventuale superamento trimestrale delle soglie usura – si è predisposto un programma in excel che calcola, a fronte del tasso medio di interesse dare, della Comm. sull’accordato applicata e delle soglie usura comunicate trimestralmente dal Ministero, il tetto della Civ oltre il quale scatta l’usura. E ciò per ogni fascia di utilizzato (quando il C/C non è affidato) e di affidamento (quando sul conto è accordato un fido).

I dati da inserire nel programma sono pochissimi. Tutti i valori da inserire sono sempre riferiti al trimestre solare, così come pure i risultati elaborati dal programma, ovvero le soglie usura della Civ.

In particolare sono richiesti questi dati (da inserire nelle celle bianche, non bloccate):

  • il tasso medio dare, che nel caso di conti non affidati dovrebbe coincidere con quello di sconfinamento, mentre per quelli affidati bisogna fare una media tra il tasso di affidamento e quello di scoperto (nello specifico la formula è: [Interessi x 36.500] / Numeri debitori)
  • le soglie usura previste dal decreto ministeriale, distinte per conti affidati e non affidati (dove si guarda all’utilizzo) e per importo di utilizzo/affidamento
  • la Commissione sull’Accordato applicata dalla banca (ovviamente solo per i conti correnti affidati)

Una volta inseriti questi dati il programma fornisce la soglia della Civ trimestrale oltre la quale c’è un’ipotesi di usura.

Fornisce anche degli interessanti grafici dove la Civ trimestrale è posta in funzione dell’utilizzato (per i C/C non affidati) e delle classi di affidamento (per i C/C con fido).

Senza affidamento (dati trimestrali in %)

 

Con affidamento (dati trimestrali in %)

 

Soglia usura fino a 1.500

22,100

 

Soglia usura fino a 5.000

18,050

Soglia usura oltre a 1.500

21,875

 

Soglia usura oltre a 5.000

16,413

Tasso medio sconfinamento

10,000

 

Tasso medio dare (affidamento + sconf.)

12,000

 

 

Commissione sull’Accordato (trimestrale)

0,500

Utilizzi senza fido (euro)

Commissione Istruttoria Veloce (€)

 

Fidi accordati (euro)

Commissione Istruttoria Veloce (€)

Commissione sull’Accordato (euro)

500,00

15,13

 

1.000,00

10,13

5,00

1.000,00

30,25

 

2.000,00

20,25

10,00

1.500,00

45,38

 

3.000,00

30,38

15,00

2.000,00

59,38

 

4.000,00

40,50

20,00

2.500,00

74,22

 

5.000,00

50,63

25,00

3.000,00

89,06

 

6.000,00

36,20

30,00

3.500,00

103,91

 

7.000,00

42,23

35,00

4.000,00

118,75

 

8.000,00

48,26

40,00

4.500,00

133,59

 

9.000,00

54,29

45,00

5.000,00

148,44

 

10.000,00

60,33

50,00

5.500,00

163,28

 

11.000,00

66,36

55,00

6.000,00

178,13

 

12.000,00

72,39

60,00

content_Civ
 

Per es. vediamo che ad un correntista non affidato con uno scoperto nel trimestre di euro 1.000 ed a cui è stato applicato un tasso di sconfinamento del 10%, la banca non può chiedere più di 30,25 euro di Civ nel trimestre, altrimenti il TEG supera la soglia usura (in ipotesi del 22,10%).

Lo stesso calcolo è fatto per un correntista affidato, il quale, per un affidamento di euro 5.000 e con un tasso medio del 12%, si vedrà addebitati per eventuali sconfinamenti al max euro 50,63 trimestrali (con una soglia usura in ipotesi del 18,050%).

Quindi, in conclusione, occhio all’importo della Civ addebitata trimestralmente, perché se questa è maggiore del valore calcolato dal programma, in corrispondenza della fascia di utilizzo/affidamento, è probabile che ci sia stato il superamento della soglia usura.

Ecco il programma, buon lavoro

Autore: Steve Round

Condividi questo articolo su

5 Commenti

  1. Avviso per tutti coloro che chiedono informazioni personalizzate: Studiamo.it NON FORNISCE CONSULENZE. Chi è interessato ad avere informazioni sulla propria situazione può rivolgersi, se lo vuole, al sito http://www.consulenzeprofessionali.jimdo.com

    Rispondi al Commento
  2. SENZA AFFIDAMENTO IN 6 MESI 3950 EURO DI CIV…..COSA POSSO FARE ?????

    Rispondi al Commento
  3. non è molto chiaro l’applicazione dalla civ nei riguardi di un’azienda.personalmente con un fido accordato di 10000 € nel quarto trimestre 2012 mi sono visto addebitare € 1000 solo di civ + € 50 di comm. disp.immediata fondi (dif) c/c + 110€ di interessi per un totale di € 1160,45 18 giorni di sconfino a 50€cad + 100€ in un solo giorno di extra fido superiore ai 5000€ nel mio caso la banca avrebbe potuto concedermi un fido utilizzo assegni per non andare in extra fido ma ha preferito rapinarmi. rimpiango i tempi quando a fare le rapine erano i malviventi !!!!

    Rispondi al Commento
  4. Buongiorno. la mia banca (Unicredit) mi ha applicato una CIV di € 50 per uno sconfinamento di € 348,90 di due giorni consecutivi (dal 15 ottobre al 17 ottobre) e unici del trimestre ottobre – dicembre 2012. Ci sono gli estremi per l’usura?

    Rispondi al Commento

Invia commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.