Bonus bebè 2018: tutto quello che c’è da sapere

Un gradito regalo alle famiglie per la nascita dei figli
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInEmail this to someonePrint this page

La legge di bilancio 2018 contiene una bella notizia per le famiglie che avranno un figlio o una figlia nel corso del 2018.

Per il neonato o la neonata i genitori avranno infatti diritto a ricevere un bonus di importo pari almeno a 960 euro l’anno.

L’assegno di natalità sarà pagato alle famiglie, come detto per i bambini nati nel 2018, sulla base del possesso di alcuni particolari requisiti. Per conoscere questi requisiti e tutte le altre importanti informazioni riguardanti l’agevolazione nota come bonus bebè, riportiamo di seguito la nostra semplice tabella.

 

Bonus bebè

Chi ne ha diritto

Hanno diritto al bonus bebè le seguenti persone:

  • i cittadini italiani
  • i cittadini comunitari
  • i cittadini extracomunitari

Per quali nascite

Il bonus spetta per i bambini nati o adottati nel periodo:

1° gennaio 2018 – 31 dicembre 2018

Requisiti

Sono 3 i requisiti per ottenere il bonus:

  • residenza in Italia
  • possesso del “permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo” per i cittadini extra-UE
  • possesso da parte del nucleo familiare di un’ISEE (calcolato secondo le nuove regole) non maggiore di 25.000 euro

Importo

L’importo del bonus bebè dipende dall’ISEE del nucleo familiare:

  • con un ISEE non superiore a 7.000 euro spettano 1.920 euro l’anno (euro 160 mensili)
  • con un ISEE maggiore di 7.000 euro ma non superiore a € 25.000 spettano 960 euro l’anno (euro 80 mensili)

Durata

Il bonus spetta per un anno e cioè solamente per il 2018.

Periodicità

Il bonus bebè è erogato mensilmente.

Pertanto ogni mese le famiglie riceveranno:

  • euro 160,00 nel caso di un ISEE non superiore a 7.000
  • l’assegno mensile sarà invece di euro 80,00 con un ISEE maggiore di euro 7.000 ma non di euro 25.000 (perchè oltre tale limite non spetta niente)

A chi va fatta domanda

La domanda va fatta all’INPS entro 90 giorni dalla data di nascita o di adozione del bambino.

Incidenza fiscale

Il bonus bebè non è tassato.

Abbiamo messo tutto il nostro impegno nella stesura del presente articolo, ma non fate affidamento sulle informazioni contenute nel testo, soprattutto in una materia così vasta, complessa e modificata di continuo com’è quella fiscale. Ci esoneriamo pertanto da qualsiasi responsabilità per i danni derivanti dall’uso dei dati forniti.

Autore: Steve Round

Condividi questo articolo su

Invia commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.