Il calendario della rottamazione bis delle cartelle

Tutte le scadenze della rottamazione-bis delle cartelle di pagamento

Per agevolare in lettori di Studiamo.it interessati ad aderire alla rottamazione-bis delle cartelle e degli avvisi di pagamento, forniamo il seguente semplice calendario della rottamazione.

Potete in ogni caso trovare tutte le informazioni sulla rottamazione bis delle cartelle di pagamento alla nostra pagina dedicata all’argomento.

 

Il CALENDARIO della rottamazione-bis delle cartelle

Data

Cosa succede

31 marzo 2018

L’Agenzia delle entrate-Riscossione invierà al contribuente, per posta ordinaria, una comunicazione in cui sono indicati i carichi dell’anno 2017, affidati dagli Enti creditori entro il 30 settembre precedente, per i quali non è stata ancora notificata la relativa cartella/avviso.

15 maggio 2018

Il contribuente può presentare domanda per la rottamazione-bis.

 

30 giugno 2018

L’agenzia delle Entrate-Riscossione invierà una Comunicazione di risposta, con l’accoglimento o il diniego della richiesta di definizione agevolata, a coloro che hanno carichi pendenti affidati all’agente della riscossione nel periodo che va dal 1° gennaio al 30 settembre 2017.

L’agenzia delle Entrate-Riscossione invierà una prima Comunicazione, con l’ammontare delle rate scadute, a coloro che, avendo una rateizzazione in essere al 24/10/2016, sono stati esclusi dalla prima rottamazione perché morosi al 31 dicembre 2016 con i piani di dilazione.

31 luglio 2018

Il contribuente con carichi pendenti affidati all’agente della riscossione nel periodo che va dal 1° gennaio al 30 settembre 2017 (non interessati da una precedente rottamazione) dovrà pagare la prima o unica rata della rottamazione bis.

Il contribuente, moroso con i piani di dilazione della prima rottamazione, dovrà effettuare il pagamento in unica soluzione del residuo delle rate scadute al 31 dicembre 2016.

30 settembre 2018

L’agenzia delle Entrate-Riscossione invierà una Comunicazione di risposta, con l’accoglimento o il diniego della richiesta di definizione agevolata, a coloro che non hanno presentato domanda per la prima rottamazione ed hanno carichi pendenti affidati all’agente della riscossione dal 2000 al 2016.

L’agenzia delle Entrate-Riscossione invierà una seconda Comunicazione, con l’accoglimento o il diniego della richiesta di definizione agevolata, a coloro che, avendo una rateizzazione in essere al 24/10/2016, sono stati esclusi dalla prima rottamazione perché morosi al 31 dicembre 2016 con i piani di dilazione.

31 ottobre 2018

Il contribuente che non ha presentato domanda per la prima rottamazione ed ha carichi pendenti affidati all’agente della riscossione dal 2000 al 2016, nonché il contribuente che, avendo una rateizzazione in essere al 24/10/2016, è stato escluso dalla prima rottamazione perché moroso al 31 dicembre 2016 con il piano di dilazione, dovrà pagare la prima o unica rata della rottamazione bis.

30 novembre 2018

Il contribuente che non ha presentato domanda per la prima rottamazione ed ha carichi pendenti affidati all’agente della riscossione dal 2000 al 2016, nonché il contribuente che, avendo una rateizzazione in essere al 24/10/2016, è stato escluso dalla prima rottamazione perché moroso al 31 dicembre 2016 con il piano di dilazione, dovrà pagare l’eventuale seconda rata della rottamazione bis.

28 febbraio 2019

Ultima rata da pagare per i contribuenti che hanno scelto la rateizzazione anziché il versamento in unica soluzione.

Abbiamo messo tutto il nostro impegno nella realizzazione dell’articolo ma, data la complessità della materia, non fate affidamento sulle informazioni contenute nel testo. Ci esoneriamo quindi da qualsiasi responsabilità per i danni derivanti dall’uso dei dati forniti.

Autore: Steve Round

Condividi questo articolo su

Invia commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.