La fine di Star Trek …… l’Enterprise verrà “rottamata”?

Un pensiero sulla fine dell’Enterprise e dell’universo di Star Trek

Dopo 40 anni di appassionanti avventure e scontri galattici, siamo giunti alla fine della saga televisiva e cinematografica più famosa e popolare? Il serial TV conosciuto in tutto il mondo, che senza ombra di dubbio ha scritto un capitolo epico nella storia dell’intrattenimento non solo televisivo, è giunto inesorabilmente al capolinea? L’astronave Enterprise abbandonerà definitivamente i viaggi spaziali a curvatura per riposare gloriosamente in qualche sperduto hangar dell’universo?

Purtroppo sembrerebbe di sì, stando ai dati delle recenti uscite trekker. L’ultima costola di Star Trek, il serial “Enterprise”, sta andando male sul circuito televisivo americano, registrando degli share bassissimi ed inconsueti per una serie legata alla “creatura” di Gene Roddenderry. Anche il decimo film cinematografico “Nemesis” è stato un clamoroso ed inaspettato flop.

Sui motivi di questa debacle è stato detto molto. Aggiungiamo solo che sicuramente degli errori sono stati fatti dagli eredi di Roddenderry: Berman e Braga soprattutto. L’incapacità di esprimere idee nuove, che rispettassero il “sogno” di Star Trek ed evitassero la ripetitività di filoni e trame spesso incerte e sconclusionate, è sicuramente uno dei motivi che spiegano lo stop che sta conoscendo l’universo Trek. A questo si deve associare anche il grande errore di far uscire “Nemesis” in un periodo nel quale era facilmente prevedibile la fortissima concorrenza di movies di annunciato successo (vedi “Il Signore degli anelli – Le due torri”) e di successo imprevisto ma cercato (vedi il film sentimentale con Jennifer Lopez “Un amore a 5 stelle”).

Adesso cosa accadrà? Da studioso di economia e marketing ritengo che alla Paramount non abbiano altra scelta che quella di sospendere le produzioni di Star Trek a tempo indeterminato. Si parla di un’altra stagione di “Enterprise”, ma se questa ci sarà, ciò sarà attribuibile esclusivamente agli impegni di produzione ed agli investimenti finanziari già presi. Il prodotto (purtroppo) è “maturo” e quindi in fase di declino. In altre parole il mercato, perlomeno quello americano, è saturo e non disponibile ad accettare altre uscite e novità targate Star Trek. Chiaramente spero di sbagliarmi, per il bene mio e di tutti gli altri fans sparsi nel mondo.

Diverso il discorso per quanto riguarda l’Europa. Il vecchio continente non ha ancora recepito tutte le produzioni Trek degli ultimi anni e quindi c’è ancora spazio per le puntate dei vari serial. In Italia in particolare siamo ancora indietro (parlando solo di TV in chiaro) di quasi 3 serie televisive (DS9, Voyager ed Enterprise) ed un film (Nemesis appunto, che deve ancora iniziare il classico percorso Cinema, Home video, Pay TV e TV in chiaro). Per cui possiamo stare tranquilli ancora per qualche anno, nella speranza che, per allora, il pubblico americano abbia ripreso coscienza del significato del “fenomeno” Star Trek.

Autore: Steve Round

Condividi questo articolo su

Invia commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.