Patente europea del computer (ECDL)

Un articolo sulla patente europea del computer

Un nuovo requisito particolarmente richiesto nel mondo del lavoro e riconosciuto in tutta l’Unione Europea è rappresentato dal possesso dell’ECDL (European Computer Driving License), letteralmente “patente di guida europea del computer”.

Si tratta di un certificato ideato dal CEPIS (Council of European Professional Informatics Societies), che attesta la conoscenza da parte del suo possessore delle abilità di base che si devono avere per utilizzare il computer.

Per ottenere questa ormai ambita Patente è necessario sostenere 7 esami:
• Concetti teorici di base
• Uso del computer e gestione dei file
• Elaborazione testi
• Foglio elettronico
• Data base
• Presentazioni multimediali
• Reti informatiche

Gli esami possono essere sostenuti negli appositi Centri accreditati dove il candidato esegue l’esercitazione direttamente on line con l’AICA (Associazione Italiana per l’Informatica ed il Calcolo Automatico), che è l’Ente cui è stato affidato il progetto ECDL in Italia.

Il costo economico necessario per il conseguimento della Patente è abbastanza contenuto ed è costituito da euro 61,97 ca. per il rilascio della Skills Card, cioè della tessera in cui sono annotati gli esami sostenuti e che ha validità di tre anni, e da euro 18,59 ca. per ogni esame che si sostiene.

Consigliamo ai nostri lettori più giovani di prendere seriamente in considerazione il conseguimento della Patente Europea del computer, perché la conoscenza media da parte dei ragazzi dell’ultima generazione è già di per sé sufficiente per affrontare e superare gran parte degli esami previsti dal progetto ECDL.

Inoltre, in prospettiva, la Patente Europea del computer è un certificato che sarà sempre più richiesto dalle aziende, appunto per la sua standardizzazione a livello europeo.

Autore: Steve Round

Condividi questo articolo su

Invia commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.