DIS-COLL, la nuova indennità di disoccupazione per i lavoratori a progetto

Vediamo cos’è e come si calcola la nuova indennità di disoccupazione per i collaboratori e lavoratori a progetto

Solo per il 2015, il Jobs Act (l. 10 dicembre 2014, n. 183) ha istituito – per mezzo di un suo decreto attuativo di riordino degli ammortizzatori sociali – una nuova indennità di disoccupazione, che istituisce un nuovo sussidio di disoccupazione per i lavoratori a progetto e co.co.co. (COllaboratori COordinati e COntinuativi) iscritti in via esclusiva alla Gestione separata Inps, cioè senza altra forma di pensione.

Si tratta della nuova indennità di disoccupazione detta DIS-COLL, ovvero DISoccupazione per i COLLaboratori a progetto, che di fatto è la nuova indennità di disoccupazione mensile a favore dei lavoratori a progetto e co.co.co. che perdono il lavoro.

 

Vediamo in questa semplice ma completa tabella chi ne ha diritto, quando fare domanda per ottenerla, quali sono i requisiti per beneficiarne ed a quanto ammonta di preciso (l’importo della nuova indennità DIS-COLL può essere calcolato anche con il nostro facile programma).

 

Domande

 

Risposte

Come si chiama la nuova indennità di disoccupazione, dei lavoratori a progetto ed a che serve?

Si chiama DIS-COLL, ovvero DISoccupazione per i COLLaboratori a progetto, e costituisce la nuova indennità di disoccupazione per i co.co.co. ed i lavoratori a progetto.

E’ quindi un ammortizzatore sociale a favore dei collaboratori che si ritrovano disoccupati non per loro volontà.

A chi chiedere la DIS-COLL e quando presentare domanda?

Si può chiedere all’Inps in via telematica entro il termine di 68 giorni dalla cessazione della collaborazione per gli eventi di disoccupazione involontaria che si verificano tra il 1°gennaio al 31 dicembre 2015.
Quindi è un’indennità che attualmente è prevista solo per il 2015.

Spetta dall’ottavo giorno successivo alla cessazione della collaborazione oppure, se la domanda è presentata dopo tale data, dal 1° giorno utile seguente la data di presentazione della domanda: quindi prima si presenta la richiesta, meglio è.

Chi la può richiedere?

La possono richiedere tutti i lavoratori a progetto e collaboratori con esclusione dei seguenti:

  • pensionati
  • titolari di partita IVA
  • amministratori o sindaci di società

Quali sono i requisiti per chiedere ed ottenere questa nuova indennità di disoccupazione (DIS-COLL)?

Per beneficiare della DIS-COLL il collaboratore deve:

  • trovarsi in una situazione di disoccupazione involontaria, certificabile dai Centri per l’Impiego
  • avere versamenti di contributi per almeno 3 mesi nel periodo che va dal 1° gennaio dell’anno solare precedente a quello di cessazione della collaborazione alla data di cessazione stessa
  • aver avuto nell’anno solare in cui si verifica l’evento di cessazione della collaborazione almeno un mese di contributi versati oppure, in alternativa, un rapporto di collaborazione di durata almeno pari ad un mese e che abbia fornito al collaboratore un reddito almeno pari a 648 euro
    (non si sa perché ma quasi tutti gli organi di stampa non hanno quantificato tale misura, limitandosi a “copiare” il burocratico testo letterale della norma che ne indica la modalità di calcolo)

Con che frequenza sarà pagata la DIS-COLL ed a quanto ammonta questa indennità?

La nuova indennità di disoccupazione è pagata mensilmente al collaboratore e la sua entità è il risultato della seguente formula:

Misura dell’indennità DIS-COLL =

retribuzione imponibile previdenziale della collaborazione riferita all’anno in cui è questa è cessata ed all’anno solare precedente

diviso ( : )

numero di mesi di contribuzione o frazione di essi

se il risultato è inferiore ad euro 1.195 (importo valido per il 2015) l’indennità è il 75% del risultato stesso;

se invece il risultato è uguale o maggiore di euro 1.195, l’indennità è euro 896,25 (cioè il 75% di 1.195) più il 25% della differenza tra il risultato e 1.195;

in ogni caso l’indennità non può superare euro 1.300 mensili (valore fissato per il 2015).

A maggior complicazione si precisa che l’indennità è ridotta progressivamente nella misura del 3% al mese dal quarto mese di fruizione.

In ogni caso a fondo pagina c’è un nostro programma che calcola l’indennità DIs-COLL inserendo i soli dati della retribuzione previdenziale degli ultimi 2 anni e dei mesi di contribuzione.

Per quanto tempo si ha diritto a questa nuova indennità di disoccupazione e quando si rischia di perderla?

La DIS-COLL è pagata mensilmente per un numero di mesi pari alla metà dei mesi di contribuzione accreditati al collaboratore nel periodo che va dal 1° gennaio dell’anno solare precedente la cessazione della collaborazione alla data di cessazione stessa.

In ogni caso la DIS-COLL non può superare la durata massima di 6 mesi e per tale periodo di erogazione non spettano i contributi figurativi.

Il collaboratore decade dal diritto di beneficiare della DIS-COLL nel caso venga meno il suo stato di disoccupazione oppure quando egli non partecipi ai percorsi di riqualificazione professionale proposti dai Servizi pubblici per l’impiego.

Ecco il nostro programma per calcolare l’indennità mensile della DIS-COLL.

Abbiamo messo tutto il nostro impegno nella realizzazione del programma e delle informazioni contenute nel testo dell’articolo, ma essi sono stati elaborati esclusivamente a titolo didattico e pertanto non fate affidamento sulle loro indicazioni. Ci esoneriamo quindi da qualsiasi responsabilità per i danni derivanti dall’uso dei dati forniti.

Autore: Steve Round

Condividi questo articolo su

Invia commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.