Magazzino: come ordinare la quantità ottimale che minimizza i costi

Il programma che calcola la quantità di merce da ordinare per minimizzare i costi

Chiunque gestisce un’azienda ha spesso la necessità di ordinare merce (o materie prime) per rifornire il suo magazzino.

A tale proposito il problema d’affrontare è sempre lo stesso: qual è l’esatta quantità da ordinare per evitare che le scorte siano insufficienti per la produzione o la richiesta di mercato?

Oppure per evitare che esse siano sovrabbondanti, così da dover sostenere un eccessivo costo per la loro conservazione in magazzino?

E quand’è il momento giusto per ordinare, affinché i tempi ed i costi di riordino siano adeguati alle esigenze aziendali?

Sono queste le problematiche che tutti gli imprenditori devono in qualche modo risolvere.

Sapendo bene che dalla loro risoluzione non ottimale scaturiscono conseguenze anche molto dannose per l’impresa: interruzione del ciclo lavorativo, mancato soddisfacimento della domanda, perdita di clientela, sfiducia, calo d’immagine, ecc…

Senza contare tutti i gravosi costi che derivano dalla carente disponibilità delle scorte in magazzino (situazione cosiddetta di sottoscorta) o, al contrario, dall’eccessivo immagazzinamento di materiale non facilmente (o a breve tempo) utilizzabile.

Fortunatamente però la matematica viene in soccorso di chi deve prendere queste decisioni riguardanti l’esecuzione degli ordini di acquisto per il rifornimento del magazzino, indicando la quantità ottimale di scorte da ordinare affinché i costi siano minimizzati e soprattutto il momento giusto per farlo (cioè quello in cui è più conveniente far partire l’ordinativo d’acquisto).

Su basi matematiche abbiamo quindi realizzato un programma in excel che mettiamo gratuitamente a disposizione degli interessati.

Il programma prende in considerazione un algoritmo particolare, che calcola il punto minimo di una funzione risultante dalla somma di due tipi di costi:

a)      di ordinazione, ovvero i costi strettamente legati alla fornitura, a prescindere dal prezzo di acquisto della merce

b)      di conservazione, cioè i costi per il mantenimento in magazzino (c.d. stoccaggio) delle scorte, perché anche la conservazione della merce ha un costo, e questo è spesso anche molto elevato, oltre che subdolo in quanto non immediatamente visibile, ma comunque di forte “peso” nel bilancio di fine anno

Il programma è molto facile da usare.

E’ sufficiente inserire poche informazioni ed automaticamente vengono calcolati i dati che interessano, ovvero quando e quanto ordinare.

Le informazioni da inserire sono:

a)      il tempo di riordino in giorni, cioè quanto tempo ci vuole dall’ordine all’arrivo della merce comprata

b)      il prezzo della merce per unità della stessa

c)      il costo dell’ordinativo, ovvero quello strettamente connesso all’ordine da effettuare

d)      il costo annuale per la conservazione in magazzino di un’unità di merce, in percentuale del prezzo; si tratta di un dato che a volte richiede qualche difficoltà di calcolo, ma è essenziale per il risultato; esso prende ovviamente in considerazione tutti i costi dello stoccaggio (assicurazione, affitto locali di immagazzinamento, ecc…)

e)      richiesta di mercato (o da parte del ciclo produttivo) della merce (o materia prima) per ciascun anno

Un volta inseriti i suddetti dati, il programma fornisce le seguenti utilissime indicazioni:

a)      il momento in cui è meglio ordinare

b)      il conseguente numero di ordini da effettuare nell’anno

c)      la quantità da ordinare che minimizza i costi

d)      il costo totale annuo degli ordini, ivi compreso il costo d’acquisto della merce ordinata

Non resta che augurarvi di fare delle soddisfacenti ordinazioni di merce.

Vi ricordiamo in conclusione che, pur avendo profuso nella realizzazione del programma tutto il nostro impegno, esso resta comunque un modello matematico con fini prettamente didattici e pertanto escludiamo espressamente ogni nostra responsabilità per qualsiasi danno possa derivare dal suo uso.

Tempo di riordino in giorni

10

Richiesta di mercato della merce per anno

150.000,00

Costo di riordino (euro)

15,00

Prezzo della merce per unità acquistata (euro)

25,00

Costo di conservazione annuale di un’unità di merce (% sul prezzo)

30,00

Quando ordinare?

Appena la scorta di magazzino sta per arrivare alla quantità…

4.109,59

per un numero di ordini all’anno uguale a circa…

193,65

Quanto ordinare?

Per minimizzare i costi va ordinata esattamente la quantità…

774,60

per un costo totale annuo (ordinazioni e conservazione) di euro…

3.755.809,48

merce

Autore: Steve Round

Condividi questo articolo su

1 Commento

  1. salve ragazzi, vi chiedo come è possibile calcolare il costo annuale per la conservazione

    Rispondi al Commento

Invia commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.