Premio per chi assume lavoratori che percepiscono l’ASPI

Le imprese che assumono ricevono un’agevolazione pari alla metà dell’ASPI residua del lavoratore

Le aziende hanno una grande convenienza ad assumere lavoratori disoccupati che beneficiano dell’Assicurazione Sociale Per l’Impiego (cioè l’ASPI: il trattamento a sostegno del reddito erede della vecchia indennità di disoccupazione e di mobilità).

Infatti l’impresa che assume (a tempo pieno e indeterminato) percepirà ogni mese la metà dell’ASPI residua che sarebbe stata goduta dal lavoratore assunto se questi fosse rimasto senza occupazione.

Vediamo nella seguente tabella esplicativa come funziona questo interessante incentivo a favore dei datori di lavoro che assumono.

Tipo di assunzione

Con contratto a tempo indeterminato e ad orario pieno.

Lavoratori interessati

I non occupati che beneficiano dell’ASPI (ex indennità di disoccupazione e di mobilità).

Questi lavoratori non devono essere stati licenziati nei 6 mesi precedenti da aziende riconducibili all’impresa che assume.

Incentivo corrisposto all’impresa che assume

Il 50% dell’indennità mensile ASPI di cui avrebbe goduto il lavoratore assunto se fosse rimasto privo di occupazione (vedi esempio in fondo alla pagina).

Periodo di corresponsione dell’agevolazione

Il residuo periodo di spettanza del diritto all’ASPI del lavoratore assunto (vedi esempio in fondo alla pagina).

Tuttavia il contributo è pagato per ogni mensilità di retribuzione erogata al nuovo lavoratore e perciò, in caso di giornate non retribuite durante il mese, l’importo mensile dell’incentivo è proporzionalmente ridotto.

Esempio di assunzione di un lavoratore in ASPI per 12 mesi di cui 4 già goduti

Importo ASPI per i primi 6 mesi

€ 1.110,43

Importo ASPI dopo i 6 e fino ai 12 mesi

€ 943,87

Totale contributo spettante al datore di lavoro per gli ultimi 8 mesi

€ 3.942,04

[(943,87 x 6) + (1.110,43 x 2)] / 2 =

Autore: Steve Round

Condividi questo articolo su

1 Commento

  1. Vi ho scoperto per caso,vi faccio i complimenti per il sito,e per il modo in cui vengono trattati i vari argomenti.Grazie

    Rispondi al Commento

Invia commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.