Programma di calcolo dei contributi INPS per artigiani e commercianti

Calcola facilmente i contributi previdenziali da versare con il nostro programma gratuito
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInEmail this to someonePrint this page

Se sei un artigiano o un commerciante apprezzerai sicuramente il nostro programma di calcolo dei contributi previdenziali obbligatori da versare annualmente all’INPS.

E non tanto perché il programma in excel è gratuito, quanto per la sua straordinaria semplicità d’uso.

E’ infatti sufficiente inserire pochissimi dati per avere tutte le scadenze con gli importi da pagare, calcolati tenendo conto di tutte le numerose variabili (reddito, età del soggetto, periodi infrannuali, anzianità contributiva, agevolazioni per collaboratori, ecc…) previste dall’INPS per la liquidazione dei contributi.

In particolare i dati da inserire nelle celle bianche del programma excel (le uniche celle non bloccate) sono i seguenti:

  • innanzitutto la qualifica del soggetto, cioè se è un artigiano o un commerciante
  • il reddito conseguito risultante dalla più recente dichiarazione dei redditi, la quale sarà quella presentata nell’anno precedente se si vogliono calcolare gli acconti, mentre sarà quella presentata o da presentare nell’anno in corso se si vuole conoscere il saldo dovuto dei contributi INPS. (ovviamente se non si ha reddito – ad es. perchè si è appena iniziata l’attività – si dovrà lasciare la cella in bianco)
  • l’eventuale condizione di soggetto con più di 65 anni e già pensionato, per la quale spetta un trattamento di favore (riduzione dei contributi da versare della metà)
  • la sussistenza di un’anzianità contributiva alla data del 31/12/1995, ovvero se il soggetto ha versato contributi prima del 31/12/1995, oppure se a quella data egli non può vantare contributi e questi sono stati versati solo successivamente (la quantità di contributi da pagare è diversa nei 2 casi: si versa di più se non si hanno contributi prima del 31 dicembre 1995)
  • gli acconti versati l’anno precedente, che servono a calcolare il saldo e sono quindi quelli effettivamente versati e non quelli calcolati dal programma, i quali rappresentano invece gli acconti da pagare alle date indicate

Il programma in excel fornirà automaticamente, man mano che i dati sono inseriti, le seguenti informazioni:

  • le somme dei contributi previdenziali da versare in acconto, con le relative scadenze, cioè:
    • il minimale in 4 rate, comunque da pagare indipendentemente dal reddito conseguito (quindi anche se si è in perdita)
    • l’importo eccedente il minimale, da pagare in 2 rate di pari importo, nel caso si superi un certo limite di reddito
  • l’importo dei contributi INPS da versare a saldo

Inoltre nel programma è prevista una tabella con le aliquote, gli scaglioni, i minimali ed i massimali: essa è liberamente modificabile, così da poter aggiornare ogni anno i parametri di calcolo in occasione della loro variazione da parte dell’Inps (in genere verso marzo/aprile).

content_contributi-previdenziali

 

Ecco il programma gratuito: buon versamento dei contributi previdenziali

(se il download del programma vi dà problemi, fate click con il tasto destro del mouse e selezionate nel menu che compare l’opzione “Salva destinazione con nome…”, scaricando così il file excel sul computer per aprirlo in seguito)

Abbiamo messo tutto il ns. impegno nella realizzazione del programma, ma ovviamente esso rimane un mero esercizio didattico, messo a disposizione degli utenti (peraltro gratuitamente) esclusivamente per scopi illustrativi. Non possiamo quindi garantire la correttezza dei risultati elaborati dal programma e pertanto ci esoneriamo completamente da qualsiasi responsabilità per i danni derivanti dal suo uso.

Autore: Steve Round

Condividi questo articolo su

Invia commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.