Programma di calcolo della data di pensionamento

Calcoliamo con il nostro programma quando si potrà andare in pensione dopo la riforma Monti
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInEmail this to someonePrint this page

Se qualcuno avesse un po’ di confusione sulle nuove regole per andare in pensione, abbiamo sviluppato un semplicissimo programma in excel per sapere la data di pensionamento dopo la riforma delle pensioni di Monti.

I dati da inserire nelle celle bianche per conoscere la propria data di pensionamento sono veramente pochi:

  • la data di nascita
  • il sesso (uomo o donna), che può essere selezionato cliccando sulla relativa opzione della cella
  • la data dalla quale si è iniziato a lavorare ininterrottamente, cioè senza buchi contributivi
  • gli altri eventuali periodi contributivi (in anni, mesi e giorni) che si possono far valere per la pensione

I risultati che si ottengono sono due date fatidiche (entrambe da maggiorare con i mesi di speranza di vita che al momento non si possono predire):

  • la data di pensionamento con la normale pensione di vecchiaia
  • la data dalla quale si potrà godere della pensione anticipata

Se la data di pensionamento secondo la riforma Monti cade prima di una certa data per la quale valgono regole particolari, il programma rinvia ad una nostra tabella esplicativa già pubblicata in altro articolo del sito.

A questa tabella si può far comunque riferimento anche per maggiori dettagli sulle due forme di pensione attualmente esistenti (vecchiaia ed anticipata), sui requisiti per averne diritto e sul metodo di calcolo dei relativi trattamenti.

Data di nascita (gg/mm/aaaa)

 

Uomo o donna

uomo

Data da cui si è iniziato a lavorare ininterrottamente (gg/mm/aaaa)

 

Pensione di vecchiaia

 

Data di pensionamento

 

Età di pensionamento (senza speranza di vita)

 

Pensione anticipata

 

Data di pensionamento

 

Età di pensionamento (senza speranza di vita)

 

Ecco in nostro programma di calcolo della data di pensionamento secondo le nuove regole

Abbiamo messo tutto l’impegno possibile per sviluppare il file excel che offriamo gratuitamente ai nostri lettori, ma siccome siamo e restiamo degli economisti divulgatori, e non degli informatici, raccomandiamo di non prendere per oro colato quanto calcolato dal programma. Ci esoneriamo pertanto da qualsiasi responsabilità per gli eventuale danni che l’uso del programma potrebbe causare.

Autore: Steve Round

Condividi questo articolo su

4 Commenti

  1. Sicuramente, anche perchè è gratuito a differenza degli altri…

    Pubblica una risposta
  2. Ma hanno messo la pubblicità di un sito che calcola la pensione?! :-) il tuo sicuramente sarà migliore…

    Pubblica una risposta

Invia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.