Imu sui terreni agricoli

Le ultime novità sul versamento dell’Imu per i terreni agricoli

Cambiano ancora le regole per il versamento dell’IMU sui terreni agricoli.

Questa volta però le modifiche all’IMU sui terreni agricoli sono a favore dei contribuenti, perché la legge di Stabilità 2016 ha ripristinato la situazione vigente in passato (fino al 2013), estendendo di molto la platea dei soggetti esclusi dal versamento dell’imposta, a partire dall’IMU dovuta per il 2016.

 

In particolare è ripristinata l’esenzione per i terreni siti nei Comuni montani così come individuati in precedenza, cioè dalla vecchia circolare 9 del 14 giugno 1993.

Comunque tutte le novità dell’IMU sui terreni agricoli valevoli per l’anno d’imposta 2016 sono sintetizzate nella seguente tabella, più esplicativa di tante parole.

Terreni agricoli

IMU

TASI

E’ dovuta?

SI
ma ci sono molti casi di esenzione
(
v. punto successivo: “Quando non si paga?”)

NO

Come si calcola?

Reddito dominicale
X
1,25
X
135

Qual è l’aliquota?

L’aliquota base è 7,6 x mille
ma il Comune può aumentarla (o diminuirla) fino a 3 punti percentuali

Quando non si paga?

In tutti i casi in cui i terreni sono:
1) ubicati nei Comuni montani (stabiliti dalla circolare 9/1993; è il caso più frequente)
2) posseduti e condotti da coltivatori diretti o imprenditori agricoli professionali iscritti all’Inps
3) ubicati nei Comuni delle isole minori o ad immutabile destinazione agro-silvo-pastorale a proprietà collettiva indivisibile e inusucapibile

Autore: Steve Round

Condividi questo articolo su

Invia commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.