Homo vs Angelus

Un poesia in musica di Laura

Chi è Uomo non ha tempo per soffrire,
Chi è Angelo assorbe sofferenze
sconosciute e le fa sue bagnandole
di lacrime, purificandole dal male
che le governa.
Chi è Uomo fino in fondo ha fari
enormi che lo illuminano e bambole
crudeli a fissare i suoi occhi drogandoli
di finzione.
Chi è Angelo non ha luci puntate su
di sé ma vite parallele piene di
primavere e gesti sconosciuti che nessuno
mai vedrà…
Chi è Uomo crea tutto a sua misura e
ciò che supera i suoi limiti diventa
ingovernabile;
Chi è Angelo deve affrontare odi
incomprensibili di miserie strazianti e
più il Dolore cresce più Lui sarà
invocato…
Chi è Uomo addobba la sua Terra a festa
senza accorgersi che chi festeggia è solo
lui…
Chi è Angelo non abbellisce una ” terra
di passaggio” per nasconderne la sua
Morte…
Chi è Uomo cammina su una corda da un
estremo all’altro e non cade mai,
la caduta non perdona…
la caduta è il fallimento…
Chi è Angelo non usa le sue Ali per salvarsi
ma compie i cammini più tortuosi e quando
cade, anche se beffeggiato, si rialza con
Dignità, senza Vergogna,
la caduta non perdona
ma ciò per cui è caduto, sì…
Chi è Uomo sbaglia realmente
ma idealmente mai,.
non può subire anche questo…
Chi è Angelo non può sbagliare realmente,
ma idealmente sì…

…Sul Globo malata perfezione in menti
soffocate di Supremazia…
Acuti di Passione passeggera e fantomatica
Vitalità dissolvono gli Spiriti silenti
accanto a noi trasformandoli in gocce
cristalline in cui si specchia la Vanità di
un mondo delirante.

…Nell’ Aere una voglia di desiderare che
uccide al solo Pensiero,
Voglia di scivolare su una Terra che ti
ammalia ma che in realtà ti chiama a sé
per essere protetta…
Voglia di una Caduta che un battito d’Ali
prontamente eviterà…
Curiosità per la “Terra di passaggio”, tra le schiere
di trascorsi uomini peccatori…
E’ solo il Ricordo ancestrale di richiami lontani,
Frangenti di vite mai vissute, soffocati con violenza
sulla scia di una Promessa fatta a Forze maggiori,
…promessa che un giorno anche noi comprenderemo.

Autore: Laura

Condividi questo articolo su

Invia commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.