Infanzia

La vita vista da Stefano Medel

Dove
Sei gioia,
d’un tempo,
che mi sorridevi,
in ogni mio nuovo
giorno,
in ogni mattino
dell’infanzia;
dov’è andata,
quella felicità;
meglio
non invecchiare,
meglio restare come si è;
se devi poi,
perdere ogni cosa di te;
ogni
cosa;
ti viene tolta;
meglio restare con le
facce amiche
intorno,
meglio
non crescere mai,
mai.

Tags: ,

Autore: Stefano Mendel

Condividi questo articolo su

Invia commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.