Marie M.

Bella e misteriosa la poesia di Dormouse

Svuoto gli occhi e cerco un chi?
luttuoso sangue di un qualunque.
Volontà spinta a rapire,
e nel blu, in volo, uccide se.
Come un impatto scruto te,
respiro e, d’incanto
piovo via.

Perché non ci sei più?
Perché non ci sei più?

Toccar con mano la sua morte
ti ho visto sorgere.
La vita non è per te
e non sei in me.

In questo falso contorno,
è la cruda realtà.
Rubasti il mio sano cuore,
lo trovai su un dolce melo.

Tags:

Autore: Dormouse

Condividi questo articolo su

Invia commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.