Percorsi del cuore

Al cuor non si comanda ma si può tradurlo in poesia, di Antonio

Non ho più niente da dare,
dopo che ti ho donato il mare,
dopo che questo zucchero l’ho tramutato in sale,
Dopo che i nostri sogni
azzurro cielo,
si trasformano in alveare.
Dopo che a mani nude
scarnifico al mazzo
i fiori del male.
Dopo le stagioni dell’amore.
Dopo che il freddo
diviene sudore.
Dopo il silenzio
del conto delle ore.
Dopo che per te
mistifico il destino,
soltanto con l’idea
di averti, sorridente,vicino.

Tags:

Autore: Antonio

Condividi questo articolo su

Invia commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.