Pioggia di febbraio

Più che un giorno qualunque per Stefano Medel

Inizia la mattina,
inizia cosa,
i soliti gesti,
gli occhi assonnati,
la pioggia di fuori che cola lungo le persiane;
gocce battono sul selciato;
hai solo voglia,
di non
pensare;
di continuare a sognare,
il tempo passato;
ma ormai sei desto;
devi andare;
andare,
come da piccolo la nonna ti metteva il
grembiule;
poi la cartella,
ed andavi;
tutto era calmo ed ilare,
tutto sapeva di pulito;
andare,
in questo giorno di pioggia,
tutto grigio ,
sfumato;
un mattino di febbraio,
la mattina è qua fuori,
fuori.

Tags:

Autore: Stefano Mendel

Condividi questo articolo su

Invia commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.