Ragioneria di base – nozioni per principianti

Le regole base di contabilità: un’introduzione alla ragioneria per tutti

Introduzione

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInEmail this to someonePrint this page

La ragioneria (o economia aziendale) studia, tra le altre cose, l’annotazione dei fatti riguardanti la gestione dell’impresa mediante scritture contabili, cioè la contabilità aziendale.

La contabilità nasce dunque dall’esigenza di tenere traccia delle operazioni compiute all’interno dell’impresa (operazioni di gestione: ad es. vendita di merci) e di ricavare da queste annotazioni, dette scritture contabili, informazioni sui risultati ottenuti dall’impresa stessa in un dato periodo.

All’inizio la contabilità prendeva in considerazione solo le entrate e le uscite monetarie, fornendo, per differenza, il risultato di gestione riguardante esclusivamente la cassa.

Successivamente si è avvertita l’esigenza di tenere sotto controllo, sempre attraverso registrazioni contabili, altri elementi della gestione (come ad es. i crediti verso i clienti o i debiti verso fornitori), così d’avere immediatamente una misura di queste grandezze. Ciò anche al fine di dare maggiori informazioni ai terzi che vengono a contatto con l’impresa: clienti, fornitori, finanziatori, soci ed azionisti.

Sono nati in questo modo i conti e la tecnica per gestire questi conti in modo ordinato, ovvero il sistema della partita doppia.

I conti possono essere descritti come nient’altro che fogli di taccuino, ciascuno intestato ad una grandezza (ad es. ad un fornitore dell’azienda), in cui vengono annotati – appunto con le scritture contabili – gli importi relativi a tale grandezza (ad es. il debito sorto con un certo fornitore o il pagamento di quel debito), a sinistra o a destra del foglio a seconda del tipo di movimento contabile (nell’esempio del fornitore sarà annotato a destra il sorgere del debito ed a sinistra il pagamento di tutto o parte del debito verso il fornitore).

Il conto registra quindi progressivamente l’importo delle operazioni compiute che hanno riguardato la grandezza cui il conto è intestato: ad es. il conto “cassa” registra i movimenti di cassa, il conto “crediti verso cliente Mario” registra il sorgere ed il venir meno di crediti verso il cliente Mario ed il conto “attrezzature” registra il valore attribuito alle attrezzature di proprietà dell’impresa.

 

Ogni fatto aziendale, cioè ogni operazione di gestione, è registrata su due o più conti (minimo 2 conti) ed in particolare la contabilità generale registra i fatti aziendali che riguardano i rapporti dell’impresa verso l’esterno, verso terzi, mai operazioni che rilevano solo internamente, come ad es. il trasferimento di prodotti da un reparto all’altro della fabbrica (queste sono operazioni registrate da altri tipi di scritture, diversi dalla contabilità generale).

Dal punto di vista pratico il conto è raffigurabile come in figura (a forma di “T”):

CONTO (ad es. Fornitori)

 

 

 

 

 

 

 

 

D (Dare)

A (Avere)

 

 

 

 

sta per “sinistra”

sta per “destra”

 

 

 

 

 

 

 

 

Diciamo subito che le parole “dare” e “avere” riportate nel conto non hanno alcun significato e men che mai significano che l’importo registrati in conto è dato (dare) o ricevuto (avere).

A causa di questa terminologia a volte gli importi scritti in dare si dicono “addebitati”, mentre quelli registrati in avere si dicono “accreditati”.

E’ importante però ribadire il concetto: Dare e Avere non hanno alcun significato. Essi sono solo una convenzione linguistica e quindi potrebbero benissimo essere sostituiti dalle parole “sinistra”, per il dare, e “destra”, per l’avere.

Nello specifico i conti possono essere (semplificando) di 2 tipi:

  • Finanziari (o patrimoniali)
  • Economici

Essi inoltre possono essere intestati unicamente ai seguenti elementi aziendali:

  • Cassa
  • Crediti e Debiti
  • Beni dell’impresa
  • voci del Patrimonio Netto
  • Costi e Ricavi dell’impresa

Autore: Steve Round

Condividi questo articolo su

Invia commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.