Conto corrente conveniente

Programma per scegliere il più conveniente tra due conti correnti

Quando dobbiamo aprire un Conto corrente ci capita spesso di dover scegliere fra conti alternativi offerti da più banche, aventi caratteristiche molto diverse fra di loro e quindi difficilmente comparabili.

Ed è pure facile smarrirsi all’interno di questa selva di condizioni: c’è la banca che offre un tasso di interesse alto, ma spese di tenuta conto molto consistenti, e quella invece che, pur non avendo elevati costi di gestione, propone un robusto tasso debitore (ovvero il tasso applicato ai saldi negativi) oppure penalizza eccessivamente i correntisti mediante un’eccessiva Commissione di massimo scoperto o l’analoga Commissione sull’accordato, ovviamente in tali ultimi casi qualora vengano effettuati prelievi a valere sul fido concesso.

Come regolarsi? Come valutare qual è l’istituto che offre le migliori condizioni, stante la loro complessa differenziazione e le nostre particolare esigenze finanziarie?

Senza pretese di correttezza puntualissima, il programma scaricabile in questa pagina permette di scegliere, con relativa semplicità, il conto corrente più conveniente e quindi l’istituto bancario che lo propone.

A tal fine è sufficiente inserire poche informazioni sulle condizioni del prodotto, così da ottenere un quadro relativamente completo del profilo operativo del rapporto e del correntista.

Nello specifico, per la valutazione dei conti correnti sono da inserire questi dati di riferimento:

a)      il tasso avere

b)      l’eventuale tasso debitore entro fido

c)      l’eventuale CMS, Commissione di massimo scoperto (trimestrale)

d)      l’eventuale Commissione trimestrale sull’accordato

e)      le spese trimestrali fisse (o a forfait o canone trimestrale)

f)        le spese per singola operazione

g)      il numero di operazioni che in media si eseguono nel trimestre

h)      la giacenza media trimestrale, ovvero l’importo medio del saldo sul conto nel periodo

i)        l’eventuale fido concesso

j)        l’eventuale max scoperto, di durata superiore a 30 gg., per gli utilizzi previsti nel trimestre

Divertitevi quindi a confrontare i rendimenti ed i costi dei due conti correnti.

banca

Scarica il software (formato excel)

Abbiamo messo tutto il nostro impegno nella creazione del suddetto programma, ma non fidatevi troppo della sua precisione, perché sono troppe le variabili da considerare e la loro inclusione ne avrebbe compromesso l’estrema semplicità d’uso. Pertanto Studiamo.it esclude qualsiasi sua responsabilità per i danni eventualmente derivanti dall’utilizzo del programma.

Autore: Steve Round

Condividi questo articolo su

Invia commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.