Indennità di disoccupazione

Gli aspetti principali dell’indennità di disoccupazione

Quando il lavoratore si ritrova suo malgrado disoccupato per la perdita del posto di lavoro, a causa per esempio di un licenziamento, non ha certo nessun motivo di essere allegro.

Tuttavia in alcune di queste situazioni nelle quali è venuta meno la propria occupazione, c’è almeno il piccolo “contentino” di ricevere, per un certo tempo, un trattamento economico a titolo di indennità di disoccupazione.

I requisiti, la misura e la durata di questa agevolazione a favore dei lavoratori, avente lo scopo di integrare il cessato reddito da lavoro dipendente, sono illustrati nella seguente nostra dispensa.


Lavoratori interessati

  • tutti i lavoratori licenziati o sospesi per motivi a loro non imputabili
  • la domanda va presentata all’Inps anche telematicamente

Requisiti

  • dichiarazione di immediata disponibilità (did)
  • versamento di 1 anno di contributi nel biennio precedente il licenziamento
  • versamento di un contributo settimanale prima del biennio di cui al punto precedente

Misura

L’indennità di disoccupazione è pari:

  • per i primi 6 mesi, al 60% della media dello stipendio percepito nei 3 mesi precedenti il licenziamento
  • per i 2 mesi successivi, al 50% della media di cui sopra
  • per il periodo seguente, al 40% della media di cui sopra

Sono però previsti dei massimali:

  • euro 906,80 per gli stipendi fino a € 1.961,80
  • euro 1.089,89 per gli stipendi maggiori

Durata

  • 8 mesi per i lavoratori under 50
  • 12 mesi per il lavoratori sopra i 50 anni

Se si percepisce l’indennità nella settimana di Natale, si ha diritto alla c.d. “gratifica natalizia”, pari a 6 giorni di trattamento in più.

Disoccupazione con requisiti ridotti

Per agevolare anche i lavoratori senza i requisiti per la disoccupazione ordinaria è prevista la “ridotta”, per chi ha almeno 78 gg. di lavoro nell’anno solare precedente ed un contributo settimanale versato prima del biennio.

La misura della prestazione è del 35% dello stipendio per i primi 4 mesi e del 40% per i successivi (con i massimali già visti sopra).


Quanto scritto sopra è disponibile anche in formato PDF, così da permetterne una facile consultazione da parte degli interessati.

Nella speranza, ovviamente, che il periodo di disoccupazione duri il meno possibile.

Autore: Steve Round

Condividi questo articolo su

Invia commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.