Come ottenere il Bonus di 200 euro
Vediamo cosa devono fare i lavoratori per avere in busta paga il bonus anti-inflazione di 200 €

da | 9 Giu 2022 | BLOG | 0 commenti

Il decreto Aiuti (Dl 50/2022) ha previsto l’accredito in busta paga di un bonus di 200 euro per combattere l’inflazione.

Questo bonus spetta ai dipendenti, pubblici e privati, quando sussistono certe condizioni.

Vediamo nella seguente esplicativa tabella quali sono queste condizioni che danno diritto al bonus e cosa devono fare in pratica i lavoratori per ottenere il bonus già nella busta paga di luglio 2022.

Come ottenere il Bonus di 200 euro

Tipologia di percettori

Come ottenere il bonus

Dipendenti privati e pubblici

Il bonus dovrebbe essere riconosciuto in automatico (però, nel silenzio del datore di lavoro, è meglio fargli una richiesta scritta).
Il bonus sarà pagato nella busta paga di luglio 2022.
Sono 2 le condizioni per ottenere il bonus:
1) il lavoratore pubblico o privato deve aver usufruito per almeno per un mese, da gennaio ad aprile 2022, dello sconto contributivo dello 0,8% (ex legge di Bilancio 2022) in virtù di una retribuzione imponibile mensile fino a 2.692 euro
2) il lavoratore pubblico o privato non deve percepire trattamenti pensionistici, né beneficiare del reddito di cittadinanza, condizione da certificare al datore di lavoro

Lavoratori domestici

Il lavoratore deve fare richiesta all’Inps tramite un patronato.
In questo caso la condizione per ottenere il bonus è una sola: è necessario che il lavoratore abbia in corso almeno un rapporto di lavoro regolare al 18 maggio 2022.

Lavoratori stagionali, a tempo indeterminato e intermittenti, e lavoratori dello spettacolo

Questi lavoratori prenderanno in automatico il bonus dall’Inps se già beneficiari delle indennità Covid erogate a chi aveva perso (o ridotto) il lavoro nel 2021.
Gli altri devono invece fare domanda all’Inps per ottenere il bonus. In particolare, possono fare domanda per il bonus i lavoratori stagionali, a termine o intermittenti, che nel 2021 hanno lavorato per almeno 50 giornate e con un reddito 2021 non superiore a 35 mila euro, nonché i lavoratori iscritti al Fondo pensione lavoratori dello spettacolo che nel 2021 hanno versato almeno 50 contributi giornalieri e non hanno avuto un reddito 2021 superiore a 35 mila euro.

Come sempre abbiamo messo tutto il nostro impegno nella realizzazione di questo articolo, ma esso rimane un mero esercizio didattico a scopi dimostrativi e pertanto non possiamo garantire la correttezza delle informazioni. Ci esoneriamo quindi completamente da qualsiasi responsabilità per i danni derivanti dalle informazioni fornite.

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Share This