Scienza delle Finanze
Un corso facile e completo di Scienza delle Finanze

da | 16 Mar 2009 | Diritto tributario e scienza delle finanze | 5 commenti

Imposta di registro

L’imposta di registro è un tributo reale ed indiretto, che colpisce gli atti scritti (e qualche volta verbali) di qualsiasi natura.

Gli atti soggetti all’imposta di registro possono essere:

a)      atti pubblici

b)      scritture private autenticate

c)      emessi da un organo giurisdizionale

Soggetti passivi

Sono soggetti al pagamento dell’imposta di registro coloro che pongono in essere l’atto o traggono beneficio da esso.

In particolare sono debitori del tributo, a seconda dei casi:

a)      le parti dell’atto

b)      i pubblici ufficiali che l’hanno redatto

c)      gli agenti immobiliari

d)      chiunque richieda la registrazione dell’atto stesso

C’è anche la figura dell’ “obbligato a richiedere la registrazione dell’atto”, la quale si identifica generalmente con il pubblico ufficiale che, in quanto tale, interviene nella sua redazione.

Base imponibile

La base imponibile è in genere costituita dal valore venale dei beni oggetto dell’atto oppure dal corrispettivo per essi pattuito. Ovviamente se il valore dichiarato è inferiore a quello effettivo l’Agenzia delle Entrare procede arettifica dell’imposta di registro.

Il momento di pagamento coincide con la registrazione dell’atto e quest’ultima può essere obbligatoria o volontaria.

La registrazione dell’atto è pertanto così classificabile:

a)      a termine fisso

b)      in caso d’uso

c)      volontaria

Aliquote

Sono previste due possibilità di tassazione:

a)      imposta fissa, pari a € 168,00

b)      imposta proporzionale, la cui aliquota varia a seconda del tipo d’atto da registrare

5 Commenti

  1. grazia amato

    fantastico è proprio ciò che cercavo

    Rispondi
  2. Sara

    E’ un sito molto utile! lo consiglierei a tutti! 🙂

    Rispondi
  3. blandino.fabrizio@virgilio.it

    per i piccoli artigiani e i loro dipendenti che resterebbero disoccupati con la domanda contratta, potrebbe essere praticabile la soluzione della fiscalizzazione degli oneri sociali? aiutatemi!

    Rispondi
  4. blandino.fabrizio@virgilio.it

    mi chiedo se possiamo inserire tra gli interventi citati anche la Massima Concorrenza in tutti isettori economici privati, per contrapporre l’inflazione e stimolare l’occupazione

    Rispondi
  5. Maria

    Complimenti, è per me un aiuto unico! GRAZIE Maria

    Rispondi

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Share This