Importo del ristoro per Coronavirus
Tutto quello che c’è da sapere sui ristori per Coronavirus, compreso l’importo cui si ha diritto

da | 30 Ott 2020 | Società | 0 commenti

A tutti gli imprenditori colpiti dal Coronavirus (per effetto del Dpcm del 24 ottobre 2020), offriamo il seguente programma che calcola l’importo del ristoro dovuto.

È sufficiente inserire pochissimi dati nelle celle bianche per ottenere l’importo del ristoro spettante, anche se il risultato è da considerarsi puramente indicativo a causa della complessità della normativa, peraltro sempre in aggiornamento.

 

Inoltre, per chi vuole conoscere altre importanti notizie sui ristori, sui requisiti per averne diritto e sulle modalità per riceverli, forniamo la seguente tabella con tutte le principali informazioni sui rimborsi a fondo perduto a favore degli imprenditori danneggiati dal Coronavirus (cosiddetti “ristori”).

Informazioni per ottenere il contributo (Dpcm 24/10/2020)

Attività interessate

Tutte le attività coinvolte dal Dpcm del 24 ottobre 2020

Tipo di contributo

Trattasi di un contributo a fondo perduto, che quindi non va restituito

Requisiti per ottenere il contributo

Requisiti soggettivi:
– possesso della partita IVA al 25/10/2020
– esercizio di una delle attività previste nel decreto ristori (v. immagini sotto)
Requisiti oggettivi:
– valore del fatturato (e dei corrispettivi) ad aprile 2020 inferiore a 2/3 del fatturato di aprile 2019
oppure
– inizio attività dal 1°/1/2019

Soggetti esclusi

Oltre ai soggetti che non hanno i requisiti sopra indicati, il contributo non spetta a chi:
– alla data di presentazione della domanda ha cessato l’attività
– ha aperto la partita Iva dopo il 24 ottobre 2020.

Come fare la domanda

Bisogna distinguere tra:
– i soggetti che hanno già ricevuto il contributo a fondo perduto di maggio. Questi soggetti non devono fare niente e riceveranno il contributo direttamente sul conto corrente nella precedente occasione indicato.
– gli altri soggetti. Questi soggetti devono presentare un’apposita istanza telematica (provvedimento direttore dell’AdE 10/6/2020)

Importo del contributo (ristoro)

Vedi il nostro programma (che fornisce un importo puramente indicativo) sopra riportato

Tassazione del contributo

Il contributo (ristoro) a fondo perduto non è tassato dalle imposte sui redditi, né dall’Irap

 

Ecco infine l’elenco delle attività interessate dal decreto legge 28 ottobre 2020, n. 137, con le loro percentuali di ristoro:

Abbiamo messo tutto il nostro impegno nella realizzazione del programma e nella stesura dell’articolo, ma essi hanno esclusivamente finalità didattiche e pertanto non fate affidamento sui risultati del programma, né sulle informazioni contenute nel testo. Ci esoneriamo quindi da qualsiasi responsabilità per i danni derivanti dall’uso dei dati forniti.

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Share This