Prendere un mutuo in tranquillità

Un percorso guidato per contrarre il mutuo in tutta tranquillità

Quando si compie il passo di chiedere un mutuo per esigenze familiari (ad es. per l’acquisto della casa), c’è sempre un grande senso di angoscia.

Al momento di prendere un prestito sono moltissime le domande e i dubbi che ci assalgono. E la ricerca di notizie (on line o direttamente presso gli istituti) crea spesso ancora più confusione, tante sono le informazioni che ci bombardano.

Proprio per tranquillizzare i nostri lettori in questa ricerca, abbiamo creato un programma che funge da assistente in una delle scelte più importanti della vita.

Trattasi di un percorso guidato che risponde alle seguenti fondamentali questioni sul mutuo da prendere:

  1. Quanto mi possono concedere al massimo di finanziamento (o, il che è lo stesso, di quanto mi posso indebitare in modo sostenibile)?
  2. E’ meglio il tasso fisso o quello variabile?
  3. Fra i vari mutui proposti degli istituti, qual è il prestito con le condizioni più convenienti?

Come potete vedere le suddette domande affrontano delle problematiche tra le più importanti per chi si accinge a contrarre un mutuo.

Il nostro programma cerca di dare delle risposte a questi interrogativi, in modo pratico e ragionato, tentando quindi di chiarire i mille legittimi dubbi dei futuri mutuatari.

 

Per avere aiuto da parte del software, gli aspiranti debitori devono solamente inserire i pochi dati richiesti, relativi in sostanza alle condizioni del proprio reddito familiare ed a quelle inerenti i diversi tipi di mutuo proposti dagli istituti eroganti, ipotizzando anche uno scenario futuro dei tassi di interesse attraverso le semplici opzioni preimpostate contenute nello specifico menu a tendina.

Speriamo di avervi così fatto cosa gradita, chiarendo subito che il programma offerto gratuitamente in questa pagina ha una mera funzione didattica ed orientativa: pertanto non è possibile fare esclusivo affidamento su di esso.

Ecco il programma, provate a fare la vostra “pianificazione finanziaria”!

Buon prestito (gli importi vanno digitati in euro senza decimali e le percentuali sono da inserire a volte con il punto per i decimali ed a volte con la virgola – dipende dal server –).

Abbiamo messo tutto il nostro impegno nella realizzazione del programma e nella stesura dell’articolo, ma essi hanno esclusivamente finalità didattiche e pertanto non fate affidamento sui risultati del programma, né sulle informazioni contenute nel testo. Ci esoneriamo quindi da qualsiasi responsabilità per i danni derivanti dall’uso dei dati forniti.

Autore: Steve Round

Condividi questo articolo su

Invia commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.