Statistica multivariata e cluster analisys applicata alla gestione dei dati archeologici

Una tesi di laurea sulla statistica multivariata e cluster analisys applicata alla gestione dei dati archeologici

Acquisizione e codifica dei dati

Applicazione pratica della Statistica Multivariata e della Cluster Analysis sui dati delle Schede di Tecnica Muraria di ponti della Sicilia

Acquisizione e Codifica dei Dati

Le Schede compilate dagli allievi del corso di Disegno e Rilievo della Facoltà di Architettura tenuto dal Prof. Filippo Terranova e dall’ Arch. Giovanni Vultaggio, si riferiscono a tecniche murarie di ponti della Sicilia. I criteri di riconoscimento ed analisi di una muratura per la compilazione delle schede sono stati:

  • L’individuazione dei Materiali e della Malta
  • La Tessitura ( Orizzontamenti e Disposizioni)
  • La Lavorazione ( l’esame di tutti i processi che la pietra ha subito prima della sua posa)
  • La Finitura ( l’esame delle attività prodotte sul concio dopo la sua posa in opera)
  • Le Dimensioni (il rilievo delle altezze e larghezze dei conci della muratura in un area campione di 4mq)
  • La Datazione

La muratura pertanto non è altro che la somma di tutti questi elementi che ne determinano la struttura, la natura e la configurazione.

Le schede quindi, attraverso questi elementi di esame e di rilievo critico, danno la possibilità alla muratura di distinguersi da tutte le altre e trovare analogie con quelle simili.

L’ archivio generale delle schede era costituito dall’esame delle tecniche murarie di cento ponti Siciliani. L’applicazione pratica dei metodi statistico-matematici è stata adotta per la classificazione delle murature in conci.

Pertanto nell’acquisizione dei dati per l’analisi sono state selezionate solo le schede che presentavano questa caratteristica.

La selezione ha evidenziato quaranta unità di rilevazione da prendere in esame e classificare. Gli attributi significativi al fine della nostra analisi sono stati: le dimensioni, la disposizione, la forma, la datazione e la località.

Ad ogni unità di rilevazione è stato assegnato un codice di riferimento indicante la località e numero progressivo.

 

Codice
L o c a l i t à

AGxxTPxx

SRxx

ENxx

PAxx

PPxx

RGxx

CTxx

CLxx

MExx

AgrigentoTrapani

Siracusa

Enna

Palermo Città

Palermo Provincia

Ragusa

Catania

Caltanissetta

Messina

Dato che le schede compilate dagli allievi contenevano, oltre che le dimensioni dei singoli conci rilevati

in una determinata superficie, anche un’analisi di frequenza delle dimensioni e la relativa indicazione del picco massimo di frequenza ( Moda ), allora nella codifica dei dati si sono assegnati come variabili continue i seguenti attributi metrici:

Attributo dell’unita dirilevazione
NomeVariabile
Misura di Tendenza centraledell’altezza dei conci
M O D A 1
Misura di tendenza Centraledella largh. dei conci
M O D A 2
Seconda Misura di TendenzaCentrale della Largh. dei conci
S M O D A 2

Tutti i Valori di queste Variabili sono espresse in Centimetri.

Per quanto riguarda l’attributo della Disposizione si è assegnata una Variabile Nominale ed un codice ai Valori.

Nome Variabile
V a l o r e
DISPOSIZIONE
210 = di Testa220 = di Taglio

230 = Testa\Taglio

212 = di Testa e di Taglio

All’ attributo della Datazione è stata assegnata una Variabile di Intervalli, ed alla Forma una Variabile Nominale con Valori : 31 = Rettangolare; 32 = Quadrata.

I Dati acquisiti e codificati sono stati impostati in una matrice dove nella prima riga sono indicate le Variabili e nella prima colonna le Unità di Rilevazione.

Di seguito è riportata la matrice:

COD.
Moda1
Moda2
SMd2
Disp.
Forma
Data

AG0

AG02

AG03

AG04

AG05

AG06

TP01

TP02

TP03

TP04

RG01

RG02

RG03

RG04

RG05

RG06

SR01

SR02

CL01

ME01

EN01

CT01

PA01

PA02

PA03

PA04

PP01

PP02

PP03

PP04

PP05

PP06

PP07

PP08

PP09

PP10

PP11

PP12

PP13

PP14

45

34

48

30

33

33

24

47

27

34

40

30

28

29

40

28

35

45

53

20

24

25

77

48

30

40

48

29

34

40

30

20

30

25

38

20

34

32

40

30

56

37

72

40

53

70

48

49

67

55

54

40

50

48

50

50

61

73

100

30

36

53

65

69

80

40

43

44

57

65

49

35

60

50

53

39

57

64

60

38

40

50

60

30

49

50

44

51

60

60

45

55

48

43

40

38

58

65

98

27

27

48

70

68

40

60

29

35

41

60

38

26

55

35

47

31

55

50

58

37

230

220

220

230

220

220

220

212

230

220

212

220

220

220

220

220

220

212

220

220

220

220

220

220

220

220

220

220

230

220

220

220

212

230

220

220

220

220

220

220

31

31

31

31

31

31

31

31

31

31

31

31

31

31

31

31

31

31

31

31

31

31

31

31

31

31

31

31

31

31

31

31

31

31

31

31

31

31

31

31

1940

1960

1925

1960

1880

1950

1930

1675

1912

1935

1935

1920

1900

1900

1935

1886

1886

1900

1553

1581

1880

1000

1777

1935

1940

1750

1930

1925

1789

1925

1927

1900

1880

1886

1800

1828

1725

1890

1890

1890

Autore: Gero Marsala

Condividi questo articolo su

1 Commento

Invia commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.